Ultima modifica: 28 Ottobre 2019

Legalità e Coraggio – Teatro Modernissimo di Nembro 16 settembre 2019

Lunedì 16 settembre, presso il Teatro Modernissimo di Nembro, gli alunni delle classi quinte hanno iniziato  “Legalità e Coraggio”, presentando vittime di mafia che a vario titolo rappresentano  grandi modelli di libertà e legalità.

In seguito il sig. Mauro Bernardi e Giordano Tomasoni, due persone che per differenti vicende di vita ora devono spostarsi su una sedia a rotelle, hanno presentato il loro viaggio “A ruota Libera” svoltosi nel mese di luglio del 2012, da Breno a Palermo, in occasione del ventesimo anniversario della morte di Paolo Borsellino. La loro coinvolgente testimonianza ha permesso di allargare il discorso a valori universali come la solidarietà, l’amicizia, il senso di umanità che rendono possibile affrontare anche difficoltà apparentemente insormontabili semplicemente non rinunciando a porsi sempre nuovi obiettivi, che è il senso dello stesso della vita.

Nella seconda parte della mattinata è intervenuta una studentessa, Giulietta Zanga, responsabile del Presidio di Libera della Val Seriana, la quale ha sensibilizzato i ragazzi sull’importanza della partecipazione delle nuove generazioni a progetti come quelli proposti dalla rete di cui fa parte, per gettare le basi di  una società più giusta, trasparente.

Questo incontro è stato denso di spunti di riflessione: legalità, speranza, regole giuste, comportamenti corretti, spirito critico che ci devono portare alla costruzione di modelli positivi di cittadinanza e di valori: grazie al CPL che ci ha introdotto a questi temi, continueremo insieme il nostro percorso con entusiasmo e motivazione, per formarci come persone e cittadini consapevoli.

Poesia

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi